Si rafforza in queste ore l'anticiclone sulla nostra penisola, garanzia di stabilità e temperature in aumento. Nella stagione autunnale però l'alta pressione è sinonimo di inversione termica, aumento delle polveri sottili e nebbia.

Nelle prossime ore infatti la pianura padana sarà avvolta da fitte nebbie, localmente persistenti anche nelle ore diurne. Temperature in ulteriore aumento in montagna, con lo zero termico in risalita fino a 3400-3600 metri.
L'anticiclone fortunatamente ha già una data di scadenza: nel weekend infatti, è previsto l'ingresso di un fronte perturbato, che porterà pioggia in pianura e neve sulle Alpi a quote medie.

Ben più corposo ed interessante il possibile peggioramento, che comincia a profilarsi tra il 28 novembre ed il 1 dicembre: potrebbero arrivare abbondanti precipitazioni e nevicate a bassa quota, portando un assaggio d'inverno anche a bassa quota. 

Un fronte freddo è in rapido avvicinamento da nord, raggiungerà la nostra penisola in serata, portando precipitazioni su tutta la provincia ed un rapido calo delle temperature. La nebbia che ristagna sulla pianura, si dissolverà nelle prossime ore, con l'afflusso di aria fredda da nord-ovest. Previsti rovesci localmente intensi, con neve fino a 700-900 metri in montagna.

Cielo molto nuvoloso lunedì su tutto il territorio, con venti da tesi a forti sull'arco alpino e temperature che in pianura difficilmente supereranno i 10°. Più spazio al sole martedì, con nuvolosità variabile, ma clima comunque rigido. 

Il campo anticiclonico che staziona ormai da tempo sulla nostra penisola, va indebolendosi in queste ore. Un progressivo aumento della nuvolosità in serata, segnalerà l'avvicinarsi della prima vera perturbazione stagionale, che interesserà tutta la provincia in questo fine settimana. 



Dopo oltre un mese di siccità prolungata e temperature spesso oltre la media, nella serata di sabato sono attese le prime precipitazioni sull'arco alpino, estese a tutto il territorio dalle prime ore di domenica. I fenomeni interesseranno diffusamente tutto il bresciano, con precipitazioni in temporanea attenuazione solamente all'alba di lunedì. Le alte temperature per il periodo non consentiranno alla neve di scendere sotto i 2000 metri in montagna.

Oggi è un giorno speciale: compiamo 10 anni! Grazie a tutti voi che ci avete seguito per tutto questo tempo. Negli anni siamo cresciuti molto e la nostra comunità si è allargata a tutta la provincia. Per questo abbiamo deciso di fare un grande passo e di rinnovare totalmente il nostro progetto, per poter essere ancor più il riferimento per il nostro territorio: oggi nasce MeteoBresciano.com, centro meteorologico della provincia di Brescia!